L'attuale legislazione sul lavoro sta danneggiando le piccole imprese

Lo stato attuale del diritto del lavoro sta sprecando tempo nelle piccole imprese e mettendole a rischio inutile di danni finanziari e di reputazione

11.8.2015: l'attuale legge sull'occupazione è negativa per le piccole imprese nel Regno Unito, secondo una nuova ricerca di mercato commissionata da citrusHR

I proprietari di piccole imprese britanniche assumerebbero più personale se il diritto del lavoro fosse migliorato.

Alla domanda se l'attuale legislazione sul lavoro sia stata un fattore quando si considera l'assunzione di più personale, la risposta è stata sorprendentemente forte. Un massiccio 39% delle piccole imprese intervistate ha affermato che avrebbe assunto più personale se il diritto del lavoro fosse stato semplificato.

Il diritto del lavoro è difficile da comprendere per i piccoli datori di lavoro - solo il 25% ha dichiarato di trovarlo accettabile nel suo stato attuale. E la loro mancanza di conoscenza li lascia aperti a gravi rischi di errori che potrebbero comportare multe e sanzioni gravi.

Ben il 30% dei datori di lavoro intervistati non conosce l'attuale salario minimo nazionale, ad esempio, mettendoli a rischio di una multa che potrebbe arrivare a £ 20,000. E il 18% dei datori di lavoro più piccoli non sa quali paesi sono e quali non sono nell'UE, il che significa che non potrebbero facilmente controllare correttamente che i nuovi lavoratori abbiano il diritto di lavorare in Gran Bretagna. Ancora una volta ciò li mette seriamente a rischio di grandi sanzioni

Il calcolo del diritto alle ferie per il personale con contratti per ore casuali è un esempio di un processo particolarmente ingombrante; le piccole imprese devono guardare indietro alle ore lavorate da ciascun membro del personale e alle commissioni guadagnate negli ultimi 12, o in alcuni casi 13, settimane solo per calcolare il diritto alle ferie. Tenere traccia delle ore lavorate da lavoratori flessibili e calcolare il diritto alle ferie è difficile anche per la maggior parte delle piccole imprese. I datori di lavoro più grandi avranno personale e sistemi dedicati e qualificati in grado di far fronte a questo, ma la maggior parte dei piccoli datori di lavoro no.

Cambiamenti frequenti, significativi e sconcertanti
Il diritto del lavoro cambia frequentemente a seguito dell'approvazione di nuove leggi e di nuovi casi conclusi da tribunali britannici. Il 75% delle piccole imprese intervistate ha dichiarato che tenere il passo con la legislazione è stata una perdita significativa del proprio tempo. Tuttavia, se le piccole imprese non tengono il passo con i cambiamenti, rischiano di infrangere la legge senza saperlo.

Una recente modifica del diritto del lavoro significa che qualsiasi dipendente ha il diritto di chiedere un lavoro flessibile, il che rende ancora più difficile l'onere della conformità dei piccoli datori di lavoro. E la notevole decisione nel recente caso Lock potrebbe far sorgere la necessità di versare ulteriori somme al personale relativo agli anni passati. I grandi datori di lavoro hanno accesso a riserve e nuovi fondi, ma dover spendere migliaia di sterline per attività di alcuni anni fa potrebbe minacciare seriamente la capacità delle piccole imprese di investire in futuro o addirittura sopravvivere.

I datori di lavoro tra 10 e 50 dipendenti hanno anche espresso le loro opinioni su alcuni degli aspetti più frustranti del diritto del lavoro. Alcune di queste leggi hanno dovuto essere introdotte nella legge britannica a seguito della nostra adesione all'Unione europea. Le leggi che i piccoli datori di lavoro desiderano maggiormente cambiare includono:

  • Il fatto che non sei autorizzato a pagare le persone per le vacanze non utilizzate a meno che non escano (37%)
  • La soppressione dell'età pensionabile obbligatoria (29%)
  • Le persone che si ammalano durante le vacanze possono reclamare le vacanze e richiedere invece il congedo per malattia (21%)
  • Le donne in congedo di maternità continuano ad accumulare ferie retribuite mentre non sono effettivamente al lavoro (14%)

Vivere pericolosamente
Nonostante i rischi molto significativi di non rispettare il diritto del lavoro, molti datori di lavoro si sentono incapaci di tenere il passo da soli ma non cercano aiuto da un servizio risorse umane.

Il 40% dei piccoli datori di lavoro intervistati ha dichiarato di non aver utilizzato il supporto delle risorse umane. Di questi, il 45% ritiene erroneamente di essere troppo piccoli per averne bisogno, nonostante ammetta di non capirlo. Il 50% di coloro che non utilizzano alcun supporto per le risorse umane ha dichiarato di non averne utilizzato semplicemente perché non è mai stato necessario. Queste sono statistiche scioccanti. Entrambi i gruppi potrebbero infrangere il diritto del lavoro senza accorgersene. Tuttavia la mancanza di conoscenza non è una scusa valida per non conformarsi. Questa mancanza di conoscenza costerà ad alcune piccole imprese multe o sanzioni sostanziali.

Un caso recente di rilievo evidenzia i pericoli di "alarlo", come fanno molti piccoli datori di lavoro. Un caso giudiziario quest'anno ha visto un datore di lavoro di Manchester obbligato a pagare un'enorme sanzione di circa £ 16,000 a qualcuno che non aveva mai lavorato per loro. L'errore dell'azienda è stato quello di aver rifiutato un candidato che si rifiutava di lavorare il sabato, cosa che hanno fatto perché richiedevano a tutto il personale di lavorare il sabato. Tuttavia, poiché il candidato era ebreo, il rifiuto del datore di lavoro era considerato discriminazione religiosa. Se il datore di lavoro avesse chiarito nell'annuncio di lavoro che aveva bisogno di tutto il personale per lavorare il sabato, o se avesse considerato di fornire al richiedente uno spostamento che permettesse a Sabato di essere uno dei suoi due giorni di riposo assegnati, la pena avrebbe potuto essere evitata.

Un modo migliore
Alcune delle riluttanze delle piccole imprese a cercare aiuto con le risorse umane sono comprensibili. Gran parte del sostegno ai piccoli datori di lavoro è stato considerato costoso e ingombrante. Il 36% delle piccole imprese non utilizza attualmente il supporto delle risorse umane proprio per questo motivo. Alcuni dei più importanti servizi di supporto alle risorse umane del Regno Unito richiedono che le piccole imprese si iscrivano per pagare centinaia di sterline al mese per 3, 5 o anche più anni, senza possibilità di uscire una volta che il contratto è stato firmato. Un datore di lavoro ha firmato per un costoso contratto di sette anni e ha cambiato idea il giorno successivo, ma è stato informato che non potevano uscire dal contratto.

Oggi, tuttavia, i nuovi servizi per le risorse umane significano che è disponibile un aiuto economico. I piccoli datori di lavoro possono ora ottenere il supporto di esperti a costi notevolmente inferiori senza dover impegnarsi per più di un mese.

E il governo è pubblicamente impegnato a ridurre l'onere della burocrazia per le piccole imprese britanniche. Questo sondaggio suggerisce una serie di buoni posti per iniziare.