I migliori consigli per l'iscrizione automatica alla pensione

Quest'anno, oltre 500,000 piccoli datori di lavoro (quelli con meno di 50 dipendenti) saranno interessati dall'iscrizione automatica e, per legge, dovranno iscrivere automaticamente i loro dipendenti ammissibili in una pensione sul posto di lavoro e versare contributi a tale pensione. Questo rispetto a soli 47,000 nel 2015.

Commentando come i piccoli datori di lavoro dovrebbero affrontare la sfida, Morten Nilsson, CEO del fornitore di pensioni sul posto di lavoro ORA: Pensioni, afferma: “Per chiunque gestisca una piccola impresa, l'iscrizione automatica può sembrare scoraggiante. I datori di lavoro più piccoli tendono ad avere poca o nessuna esperienza nelle pensioni, non dispongono delle risorse interne dedicate di cui godono le grandi aziende, né hanno necessariamente il supporto di un consulente esperto. La chiave è affrontarla presto e pianificare. "

ORA: Pensioni ha prodotto cinque suggerimenti importanti per i datori di lavoro che si avvicinano all'iscrizione automatica.

1. Pianificare in anticipo e preparare
Il regolatore delle pensioni raccomanda ai datori di lavoro di iniziare la loro pianificazione 18 mesi prima della data della messa in scena. Tuttavia, tra le società che hanno aderito a NOW: Pensions nel quarto trimestre 2015, il 27% ha completato la domanda molto vicino alla data della messa in scena o dopo il termine della scadenza. Questo è un miglioramento rispetto al terzo trimestre, quando il 3% delle aziende lo ha lasciato in ritardo.

Morten Nilsson afferma: “Lasciando la registrazione automatica all'ultimo minuto si tradurrà inevitabilmente in una maggiore pressione amministrativa e stress inutili. La semplice verità è che più le aziende si autorizzano ad attuare i cambiamenti, più facile sarà il processo. "

2. Includere la registrazione automatica nelle previsioni del budget
I costi di implementazione, pianificazione, modifica delle buste paga, valutazione, comunicazione e tenuta dei registri dipenderanno in gran parte dalle decisioni che un datore di lavoro prende riguardo ai fornitori, ai fornitori e alle loro attuali strutture interne. Alcuni datori di lavoro potrebbero anche voler chiedere una consulenza esterna, quindi dovranno prevedere un budget per questo.

Inizialmente, i livelli di contributo sono piuttosto bassi. Ma entro il 2019, i datori di lavoro devono versare un minimo del 3% degli utili ammissibili per dipendente in un regime pensionistico.

3. Pensa attentamente alla selezione dello schema
I datori di lavoro dovrebbero prendere il tempo di considerare il loro fornitore. La decisione che prendono avrà conseguenze durature per la loro forza lavoro e non dovrebbe essere presa alla leggera. Per i datori di lavoro completamente nuovi alle pensioni, può essere saggio chiedere assistenza a un consulente esperto.

I sistemi di buona qualità dovrebbero essere in grado di dimostrare la loro qualità attraverso valutazioni di terze parti come il Master Assurance Regency Framework o il marchio di qualità della pensione del Regulator, che sono progettati per evidenziare schemi che sono ben governati con bassi costi e buone comunicazioni dei membri.

4. Pensa alla tua struttura di contributo
La realtà è che i contributi minimi di iscrizione automatica non saranno sufficienti per la maggior parte delle persone per essere sicuri di un pensionamento confortevole. Tuttavia, NOW: la ricerca sulle pensioni * suggerisce che quasi una impresa su tre (30%) prevede di contribuire più del minimo legislativo quando iscrivono i propri dipendenti a una pensione sul posto di lavoro.

Oltre la metà (57%) degli intervistati che intendono pagare più del minimo afferma di ritenere che contribuirà all'assunzione e alla fidelizzazione dei dipendenti.

Questo approccio ha senso poiché, dietro il diritto alle ferie, i generosi contributi pensionistici sono il beneficio più apprezzato citato dai dipendenti.

5. Sfruttare il potere del libro paga
Affinché la registrazione automatica avvenga nel modo più agevole possibile, il tuo sistema di gestione stipendi deve avere uno scambio automatizzato di dati con il tuo sistema pensionistico. ORA: l'esperienza delle pensioni è che i datori di lavoro supportati da un ufficio del personale sono significativamente più preparati per l'iscrizione automatica rispetto a quelli che gestiscono l'amministrazione dei loro piani da soli.

Professionalizzare il tuo libro paga prima dell'introduzione dell'iscrizione automatica è saggio e i benefici non dovrebbero essere sottovalutati. Uno dei maggiori ostacoli per tutte le aziende che affrontano l'iscrizione automatica è garantire che tutti i dati sui salari siano completi e aggiornati. Una data di nascita mancante o un numero di previdenza nazionale possono causare problemi indicibili più avanti.